Telefono +39 091 6377907
Orari di lavoro Lun - Ven 9:00 - 18:00

Prevenzione incendi: le misure di protezione passiva

prevenzione passiva

Prevenzione incendi: le misure di protezione passiva

La prevenzione degli incendi è una prerogativa necessaria, al fine di garantire la sicurezza per persone o cose, sia negli ambienti domestici, sia in quelli di lavoro che nei luoghi pubblici. Per questo sono importanti anche le misure di prevenzione passiva.

Nella vita di tutti i giorni, sono tante le precauzioni che possono essere prese, per evitare anzitempo il divampare di un rogo e limitare il più possibile i danni di quelli già innescati. Esiste pertanto una vera e propria strategia antincendio, stabilita per legge nel 2007, mediante una direttiva europea.

Nell’ambito della prevenzione, si è soliti distinguerne una di tipo attivo e un’altra passiva.

Per prevenzione attiva si intendono quelle azioni che vengono realizzate in caso di emergenza e che comportano l’intervento umano o di particolari dispositivi: in tali casi, vengono impiegati strumenti come estintori, idranti ed evacuatori di fumo.

Per contro, nella prevenzione passiva rientrano tutte quelle misure strutturali, che vengono solitamente prese a priori, già nella realizzazione di una struttura in sé, al fine di renderla resistente al fuoco. In questa categoria si trovano in primis le cosiddette barriere antincendio, create mediante l’impiego di “muri tagliafuoco”. E’ il caso delle pareti in laterizio, un materiale che rende le superfici di una stanza ignifughe, ostacolando perfino la trasmissione del calore. Sempre nell’ambito della prevenzione passiva, altro tipo di barriera è data dalle scelte legate alla distanza di sicurezza.  Considerando, ad esempio, una struttura lavorativa a rischio incendio, sarà utile disporre un vero e proprio isolamento della stessa, al fine di evitare che eventuali roghi si propaghino facilmente in ambienti confinanti.

Altri importanti strumenti che rientrano in questa categoria sono i sistemi di ventilazione. Si tratta di impianti che gestiscono il ricambio dell’aria fra ambienti interni ed esterni. Il passaggio avviene mediante condotti forzati, collegati ad aspiratori e diffusori. Per farli funzionare non si necessita l’apertura di finestre, né di altre aperture.