Telefono +39 091 6377907
Orari di lavoro Lun - Ven 9:00 - 18:00

Cosa sono i DPI e perché sono fondamentali per la sicurezza sul lavoro

DPI fondamentali per la sicurezza sul lavoro

Cosa sono i DPI e perché sono fondamentali per la sicurezza sul lavoro

I dispositivi di protezione individuale (DPI) sono tutti quegli strumenti atti a tutelare la persona che ne è dotata da eventuali rischi per la salute e l’incolumità in campo soprattutto lavorativo, ma anche nell’ambito domestico, sportivo e del tempo libero.

Come recita l’articolo 74 del D.Lgs. 81/08, «si intende per dispositivo di protezione individuale qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo».

Pertanto, i dispositivi di protezione individuale o DPI devono in primo luogo essere idonei alle condizioni proprie del posto di lavoro, nonché funzionali ai rischi da evitare e adeguati alle esigenze ergonomiche del lavoratore.

In base alla tipologia di rischio che devono prevenire, i DPI si dividono in tre categorie.

Alla prima categoria appartengono i dispositivi atti a proteggere i lavoratori da danni di moderata entità.

Della seconda categoria fanno parte gli strumenti che non appartengono né alla prima né alla terza categoria, ovvero quelli adeguati a rischi né di lieve né di grave entità.

Nella terza categoria rientrano i dispositivi complessi, pensati per tutelare gli individui da rischi di lesioni serie o addirittura da pericolo di morte. Sono compresi quindi i DPI che proteggono le vie respiratorie e che schermano dagli agenti chimici aggressivi.

Per legge i dispositivi di protezione individuale devono riportare il marchio di conformità CE, che attesta il possesso da parte dei DPI dei requisiti fondamentali di sicurezza, nonché un manuale d’istruzione per l’uso, possibilmente redatto nelle lingue ufficiali.

Al datore di lavoro spetta l’analisi e la valutazione dei rischi da prevenire ai fini della scelta dei DPI più adeguati. Egli, inoltre, deve assicurare una formazione adeguata ai dipendenti sul corretto utilizzo dei DPI, ed è tenuto a preservare l’efficienza dei DPI assicurandone le condizioni d’igiene e provvedendo alla manutenzione, alla riparazione e all’eventuale sostituzione in caso di usura, in base alle indicazioni fornite dal produttore.

Tra le tipologie di dispositivi di protezione individuale si ricordano, ad esempio, le mascherine antigas e antipolvere a protezione delle vie respiratorie; scarpe antinfortunistiche, visiere e occhiali protettivi; cuffie e tappi auricolari a protezione dell’udito; guanti, elmetti, cinture con imbragature anticaduta, giubbotti e altri schermi protettivi contro le radiazioni e indumenti ad alta visibilità.