Telefono +39 091 6377907
Orari di lavoro Lun - Ven 9:00 - 18:00

Addetto alle emergenze, un corso aziendale obbligatorio

Addetto-alle-emergenze

Addetto alle emergenze, un corso aziendale obbligatorio

Il tema della gestione delle emergenze è fondamentale per un efficiente funzionamento del sistema aziendale di prevenzione e la designazione di un addetto alle emergenze è una delle procedure fondamentali e obbligatorie per l’attuazione dei regolamenti previsti per legge.

In particolare, l’articolo 43 del D.Lgs. 81/2008 riporta le disposizioni generali che il datore di lavoro deve rispettare per adottare le misure necessarie ai fini della prevenzione incendi e dell’evacuazione dei luoghi di lavoro, nonché per il caso di pericolo grave e immediato (art. 18, comma 1, lettera t).

Nello specifico, vengono individuati “obblighi preventivi, essenzialmente di natura procedimentale, che si indirizzano sia verso l’esterno, in quanto attinenti all’organizzazione dei rapporti con istituzioni e servizi pubblici competenti in materia di emergenze” che verso l’interno, “riguardando la pianificazione ed attuazione di procedure ed azioni idonee a garantire la sicurezza dell’ambiente di lavoro anche a fronte di eventi straordinari ed imprevisti”.

Perciò assume particolare importanza la designazione preventiva di un addetto alle emergenze, ovvero un lavoratore incaricato dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza.

Bn Service Srl somministra questo tipo di corso, ormai obbligatorio per tutte le aziende: i lavoratori “devono ricevere un’adeguata e specifica formazione, integrata da un aggiornamento periodico, che, con particolare riferimento alla prevenzione incendi, dovrà seguire, in attesa dell’emanazione delle disposizioni cui rinvia l’art. 46, comma 3, le prescrizioni dettate dal d.m. 10 marzo 1998”.

Si sottolinea (art. 43, comma 3) che tali lavoratori “non possono rifiutare la designazione”: ne deriva la natura forzosa dell’incarico, con conseguente impossibilità di sottrarvisi se non per giustificati motivi. Tali potrebbero essere ragioni di salute debitamente comprovate, potendosi qui invocare anche l’art. 18, comma 1, lett. C.

Infine, tenendo conto delle dimensioni e dei rischi specifici dell’azienda o dell’unità produttiva il numero dei lavoratori designati in qualità di addetto alle emergenze può variare, infatti tali lavoratori devono essere in numero sufficiente e disporre di attrezzature adeguate a svolgere il loro compito all’interno del sistema aziendale di prevenzione.